Passa ai contenuti principali

Esercizio di scrittura creativa: Gestualità quotidiana

Esercizio di scrittura creativa: Gestualità quotidiana

Osservare le persone e scrivere i loro gesti di abitudine è un esercizio molto utile per la descrizione dei personaggi in una storia, si impara a guardare oltre le parole e a immedesimarsi nella situazione con dettagli che solitamente sfuggono all'attenzione della mente. 

Anche in questo caso ho appreso l'esercizio sul portale "Il mio libro" da un corso indetto della scuola Holden.

Vi inserisco il link del primo esercizio: parole comuni scritte in modo non ordinario. 

Pronti, partenza e via:


- La ragazza parla, ride e si poi porta la mano alla bocca a nasconderlo.

- La ragazza parla e gesticola animatamente per enfatizzare una frase, poi butta all'infuori la mano e allarga le dita come a confermare  le sue parole.

- La ragazza beve seduta ad un tavolo, si gira di traverso ed appoggia il gomito allo schienale della sedia continuando a sorseggiare il suo caffè.

- L'uomo ascolta la donna con attenzione accarezzandosi il collo con due dita come a contemplare la sua pelle.

- Il ragazzo annoiato giocherella con un pezzo di carta, lo stropiccia e lo accartoccia come se vi vedesse il suo peggior nemico.

- Il signore ascolta a mani congiunte e con i gomiti appoggiati alle ginocchia mentre siede sul gradino dell'uscio della porta.

- La signora parla con noncuranza del rispetto, accavallando le dite su se stesse e muovendo a scatti il gomito come a voler scacciare una mosca immaginaria.

- Il signore porta la mano alla bocca con il pollice sotto al mento sembra immerso nei suoi pensieri.

- La signora spiega al suo vicino di dover scrivere un elenco, così con una mano aperta usa l'altra con indice e pollice  per tracciare delle linee invisibile, mimando l'atto di segnare sul suo palmo aperto.


Forza adesso tocca a voi, provate a scrivere qualcosa nei commenti, sono curiosa di vedere dove trovate l'ispirazione, ad esempio io faccio la barista, quindi il mio lavoro mi ha permesso di prendere due piccioni con una fava e così ho potuto osservare senza essere vista, o presa per pazza. 


Commenti

  1. L'anziana signora aveva la solitudine negli occhi e nel sorriso che le attraversava il volto, aveva anche la paura nelle mani che teneva unite tra di loro passando il pollice sul palmo dell'altra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Samantha! 😊
      Brava, mi piace questa frase! 😊😊😊

      Elimina

Posta un commento

Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi rimanere aggiornato sulla conversazione via e-mail ti consiglio di mettere la spunta su "inviami notifiche".
Il tuo parere conta, ma non dimenticarti di esprimerlo!

Post popolari in questo blog

Giveaway -Romanzo erotico-

Giveaway  - Romanzo erotico -  Delia deliu autrice: Stupide scommesse! Il blog ha deciso di premiare tutti i fedeli lettori con un giveaway. Buon divertimento! 

Trama romanzo: 
Davide Dama è un diciottenne che fa una scommessa con gli amici per dimostrare la sua capacità di seduzione, quindi vuole portarsi a letto Maria, una bella trentenne ubriaca, conosciuta in un bar. 
Quello che doveva essere il semplice divertimento di una notte, si trasforma nell’ossessione della sua vita e per anni lui continua a fare il cinico seduttore alla ricerca della donna senza un cognome che non riesce più a rintracciare.
Il destino fa conoscere al protagonista, nel frattempo diventato un avvocato famoso, Daria Conti, una giovane innamorata dello stile gotico. Lei ha tutto quello che lui desidera in una donna: è sensuale, affascinate, misteriosa, scaltra, sicura di sé. 
Ogni volta che la incontra, la giovane dark riesce a mandargli in tilt il cervello con la sua passione e la sua spudoratezza. 
Il cinic…